Nefertiti, Nuovo Regno, XVIII Dinastia

STATUETTA DI NEFERTITI

A cura di Patrizia Burlini

Tra le meraviglie scoperte presso il laboratorio di Tuthmose ad Amarna, tutti ricordano una statuetta in calcare rappresentante Nefertiti in età avanzata, h. 40 cm, oggi conservata all’Ägyptisches Museum di Berlino. La statuetta fu trovata nel 1920 in diversi pezzi che furono ricomposti ed in parte ricostruiti.

La regina indossa il copricapo a cuffia dove originariamente era presente un ureo, le cui spire sono ancora visibili, e che probabilmente era realizzato in metallo. Ai suoi piedi dei sandali di foggia simile a quelli trovati nella mummia di Tutankhamon, tra gli altri. Alle orecchie degli orecchini a disco. Un abito aderente trasparente (riconoscibile solo dalle maniche) e probabilmente uno scialle completa l’abbigliamento della regina .Il suo volto, benché incompiuto, mostra i segni dell’età. È ancora una bellissima donna ma le rughe ai lati della bocca le conferiscono un aspetto un po’ duro, che ricorda i ritratti della regina Tiye.

Il fisico mostra i segni delle varie gravidanze: i seni non più turgidi, il ventre pronunciato rendono l’immagine di una donna non più giovane anche se non vecchia. Esistono altre rappresentazioni di Nefertiti non più giovane: una è la placca Wilbour, conservata al Brooklyn Museum di New York dove Nefertiti è rappresentata con Akhenaton; l’altra è il ritratto di Nefertiti sul sarcofago fatto scolpire da Akhenaton per la regina Tiye ad Amarna (allora Nefertiti aveva circa 40 anni).Per quale motivo la più bella delle regine fu rappresentata con i segni dell’età? Forse, in quanto correggente, sempre che questa ipotesi sia confermata, la regina doveva apparire come una donna saggia, come già avvenuto per la regina Tiye che forse allora era già deceduta. Questo spiegherebbe il ritratto sul sarcofago della regina Tiye. Una bellezza che tuttavia neanche l’età è riuscita a scalfire.

Statuetta di Nefertiti, calcare, h. 40 cm., 1350 a.C. Circa, fine XVIII Dinastia, Ägyptisches Museum di Berlino

Fonti principali: Arnold, Dorothea, The workshop of the Sculptor Thutmose, the MET “Standing Figure of Nefertiti”. The Joy of Museums.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...