Egyptoteca

FIGLI DEL NILO

Wilbur Smith

Presentato da Andrea Petta

A completare la trilogia iniziale dedicata all’Antico Egitto, Wilbur Smith pubblica nel 2001 “Figli del Nilo”, sempre con protagonista lo schiavo Taita.

Forse già questo libro era ridondante, ma copre gli eventi non narrati da “Il Dio del fiume” e in qualche modo risponde alla curiosità del lettore su cosa sia successo dopo il primo libro.

Gli eredi di Tanus e Lostris, con l’aiuto di Taita, si troveranno a dover combattere nuovamente contro gli Hyksos e contro fazioni ribelli all’interno della stessa famiglia reale, in mezzo a tradimenti, lotte sanguinose ed un inevitabile finale agrodolce.

La narrazione è sempre fluida, ma gli scenari iniziano a diventare già meno probabili e la trama incespica un po’ sul desiderio di ficcare i protagonisti nei guai peggiori possibili in attesa dell’intervento risolutore di Taita. Lo stesso Taita partirà alla fine del romanzo in cerca di nuove conoscenze in Paesi stranieri – e lì forse era meglio lasciarlo evitando i romanzi successivi che sono onestamente abbastanza stucchevoli e ripetitivi.

“Figli del Nilo” rimane comunque la chiusura della storia originale, con una lettura scorrevole e gli scenari che hanno reso famoso Wilbur Smith.

Il successo inferiore ai primi due volumi è testimoniato dalle minori edizioni successive alla prima ed alla frequente ristampa solo in combinazione con i primi due volumi o con tutta la serie egizia come l’ultima proposta in formato Kindle: https://www.amazon.it/Tutti-romanzi-egizi…/dp/B00YYADKQ8/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...