Mai cosa simile fu fatta, Mastaba

LA MASTABA DI KAEMANKH

(G 2196)

Di Grazia Musso

Ispettore dei profeti, Sovrintendente del tesoro. VI Dinastia

Questa piccola tomba, scavata dalla missione austro-tedesca di Juner, si distingue per avere la camera sepolcrale completamente decorata con pitture parietali policrome, eseguite direttamente sulle pareti lisciare a gesso e senza bassorilievi.

Un grande sarcofago, su cui sono scritti il nome del defunto e i suoi titoli, occupa la maggior parte Dell piccola camera sepolcrale, alla quale si accede tramite un pozzo.

La tomba ha una pianta a “L” con il corpo principale di forma rettangolare e orientato con l’asse maggiore in direzione nord-sud

Le pareti sono decorate con pitture che presentano il defunto mentre assiste, accompagnato dalla sua sposa, a un concerto e giochi vari e, nel corpo laterale, mentre pesca con l’arpione su una barca di papiro : davanti a questa scena si trova l’imboccatura del pizzo che conduce alla piccola camera sepolcrale.

Due uomini sono raffigurati mentre sono intenti alla preparazione dei cibi e bevande.
Le pitture della camera sepolcrale hanno conservato i loro colori.

I soggetti raffigurati nelle pitture parietali sono talvolta abbastanza inusuali e prefigurano già quelli che saranno successivamente sviluppati nelle tombe tebane del Nuovo Regno.

Nella parete sud sono rappresentati elementi del corredo funerario, un uomo che costruisce un letto, vasi e contenitori e scene di danza con musici.

La preparazione del corredo funebre è uno dei temi illustrati nella parete ovest, tra i diversi soggetti si nota un letto, sotto il quale è stato posto un reggitesta.

Nell’opposta parete nord sono dipinti magazzini a forma di silos e delle barche, mentre la maggior parte della parete ovest è occupata da una bellissima scena di tipo agricolo con raffigurazioni di bovini, mietitura e di raccolto.

Disposte su due registri vediamo una scena agricola, nella quale alcuni uomini conducono grandi bovini, e una scena nautica, in cui due barche trasportano bestiame: lo stile pittorico prefigura già quello del Nuovo Regno.

Fonte

Piramidi d’Egitto – Alberto Siliotti – Edizioni White Star

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...