Antico Regno, IV Dinastia, Statue

STATUA DI CHEFREN IN TRONO

A cura di Luisa Bovitutti

“Un geroglifico tridimensionale scolpito nella pietra”

Rappresenta Chefren, faraone della IV dinastia, che regnò attorno al 2550 a. C. e fu scoperta nel 1860 dall’egittologo francese A. Mariette in una fossa sita nel vestibolo del Tempio a Valle della piramide del Re, insieme a molte altre, ma è l’unica quasi intatta; probabilmente era esposta nel tempio funerario del Faraone.
L’opera è un capolavoro della statuaria dell’Antico Regno ma supera i confini formali di una semplice scultura in quanto non è un ritratto fedele del sovrano ma trasmette un messaggio che ha attraversato i millenni.
Essa doveva celebrare l’autorità universale del sovrano, garante della stabilità e dell’unità del paese ed incarnazione del dio Horus, qui rappresentato in forma di falco che protegge con le sue ali spiegate la testa del re ed il trono d’Egitto.
Il Faraone indossa il nemes sormontato dall’ureo e la barba posticcia cerimoniale, simboli della sua natura divina; ha un gonnellino plissettato, lungo fino alle ginocchia, che rivela un corpo idealizzato, giovane e dai muscoli definiti, perfettamente in grado di assolvere al suo compito; le mani sono distese sulle ginocchia; l’avambraccio sinistro e parte della gamba sinistra sono mancanti.
I piedi di Chefren poggiano su una piattaforma decorata con i “nove archi”, simboli tradizionali del dominio del faraone sui nemici stranieri e interni.
La sua espressione di forza e di imperturbabilità allude ad un regno privo di turbamenti e perfettamente controllato, oltre che a un potere incontrastato; la sua corporatura sana e robusta e la sua postura immobile fanno intendere che il suo potere sarebbe esistito per sempre, anche nell’aldilà.
Il trono dall’alto schienale sul quale egli siede reca molteplici simboli regali: i braccioli sono decorati con protomi a forma di testa di leone e sui due lati è scolpito il simbolo sema-tawy, emblema dell’unione tra l’Alto ed il Basso Egitto rappresentati dal loto e dal papiro (piante araldiche delle due terre) i cui steli sono legati attorno al geroglifico della trachea che significa unire.

1 pensiero su “STATUA DI CHEFREN IN TRONO”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...