Cose meravigliose, Tanis

I VASI CANOPI DI SHESHONQ II

A cura di Andrea Petta

Sono stati ritrovati addossati alla parete sud della tomba di Sheshonq II anche i contenitori in alabastro dei vasi canopi.

I quattro contenitori in alabastro per i vasi canopi; a destra, altri due canopi senza iscrizioni, probabilmente appartenenti agli altri due scheletri trovato nella tomba

Nella fase di re-inumazione di Sheshonq II ci deve essere stata però un po’ di confusione perché i contenitori non erano raggruppati e le teste dei vasi erano mescolate, non corrispondenti alle iscrizioni dei vasi stessi.

Uno dei canopi in argento ancora all’interno del suo contenitore in alabastro, foto di Pierre Montet

Ogni contenitore aveva all’interno una piccola bara antropomorfa in argento (simili a quelle che abbiamo visto con Tutankhamon).

Se esisteva un naos per contenere i vasi canopi, questo è andato purtroppo perso nell’antichità.

Poteva forse assomigliare a questo (appartenente a Sheshonq I) il naos per i vasi canopi

Fonti:

  • Pierre Montet, La nécropole royale de Tanis (Parigi, 1951)
  • Pierre Montet, Les constructions et le tombeau de Psousennes à Tanis (1951)
  • BROEKMAN, GERARD P. F. “FALCON-HEADED COFFINS AND CARTONNAGES.” The Journal of Egyptian Archaeology, vol. 95, [Egypt Exploration Society, Sage Publications, Ltd.], 2009
  • Foto: Aidan McRae Thomson, Hans Ollermann, Merja Attia

1 pensiero su “I VASI CANOPI DI SHESHONQ II”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...