Egyptoteca

INTO THE MUMMY’S TOMB

Nicholas Reeves

Presentato da Patrizia Burlini

Nicholas Reeves, Into the Mummy’s Tomb, The Real-Life Discovery of Tutankhamun’s treasures, Scholastic/Madison Press Book, 1992

Cercando tra alcuni titoli di Nicholas Reeves, mi sono imbattuta in questa pubblicazione davvero ben fatta. Destinata ad un pubblico di ragazzi, racconta in modo molto avvincente e coinvolgente la storia della scoperta della Tomba di Tutankhamon.

Scritto in un inglese semplice e chiaro, è ricco di immagini e composto solo da 64 pagine, quindi leggibile facilmente anche da lettori non madrelingua.

Le pagine sono ricche di immagini e didascalie e permettono di rivivere al meglio i magici momenti della scoperta della tomba. Consigliato anche ad un pubblico di adulti!

Ne approfitto per segnalarvi un sito dove poter acquistare libri usati anche in ottimo stato a basso prezzo (alle volte il costo maggiore é nella spedizione)

https://www.abebooks.it

Ci sono molti altri siti simili ma in questo ho trovato parecchi titoli sull’Antico Egitto.

Nel caso di questo libro, il prezzo, spedizione inclusa, é stato di circa 7€

Egyptoteca

L’ULTIMA DIMORA

Giacomo Cavillier

Presentato da Jane Marinoni

“L’ultima dimora” di Giacomo Cavillier è il racconto del difficile periodo a cavallo della fine della XX e gli inizi della XXI dinastia in cui dilagano corruzione e saccheggi nelle tombe della Valle dei Re, a cui segue il progressivo trasferimento delle mummie reali nelle cachette in cui saranno poi ritrovati.

I capitoli sono un po’ slegati, ma vivace è il resoconto dei processi intentati ai ladri di tombe con citazioni dei documenti antichi che mettono le parole in bocca ai protagonisti e molto interessante è la parte dedicata allo scriba Butehamon e alle sue attività nella necropoli.

Si potevano forse omettere le descrizioni antropologiche delle mummie (un po’ pesanti dato il carattere divulgativo del libro).

Lettura consigliata. Peccato per i refusi che sono una poco invidiabile caratteristica della casa editrice Kemet.

Disponibile su Amazon: https://www.amazon.it/gp/product/B088K718FP/

Egyptoteca

CHAMPOLLION IN EGITTO

Giacomo Cavillier

Presentato da Jane Marinoni

“Champollion in Egitto” di Giacomo Cavillier è il resoconto della spedizione franco-toscana del 1828-1829 tratto dal diario di viaggio di François Champollion.

Raccontato con empatia, è una piacevole lettura a tratti persino appassionante che tratteggia un quadro vivo del grande francese nel suo incontro con l’Egitto e la sua civiltà.

Le pagine scelte del diario sono luminosi esempi di come tutti vorremmo fossero i nostri taccuini.

Lettura consigliata a cui interessa la storia dell’egittologia e a chi ama la narrativa di viaggio.

Osservazione per la casa editrice Kemet: sottoponete le opere ad un’attenta lettura delle bozze prima della pubblicazione. Ne gioverebbe l’intero catalogo.

Disponibile su Amazon: https://www.amazon.it/gp/product/B088K718FP/

Egyptoteca

RAMESSES II, EGYPT’S ULTIMATE PHARAOH

Peter J. Brend

Presentato da Grazia Musso

Guerriero, grande costruttore e uomo di stato, nel corso dei suoi 67 anni di regno (1279-1212 a.C.), Ramesse II ottenne più di qualsiasi altro faraone nei tre millenni dell’antica civiltà egizia. Attingendo alle ultime ricerche, Peter Brand rivela Ramesse il Grande come un politico dotato, astuto statista e tenace guerriero. Con energia indomita, ripristinò completamente la carica di Faraone a livelli indiscussi di prestigio e autorità, portando così stabilità all’Egitto. Ha posto fine a quasi sette decenni di guerra tra l’Egitto e l’Impero Ittita firmando il primo trattato di pace internazionale della storia. Nei suoi ultimi anni, anche se sopravvisse a molti dei suoi figli e nipoti, Ramesse II divenne un dio vivente e, infine, una leggenda immortale. Brand dipinge con autorevole conoscenza e dettagli colorati un ritratto avvincente di questo leggendario faraone che regnò sull’Egitto imperiale durante la sua età dell’oro.

Egyptoteca

L’OISEAU BA

Seconda vita nell’antico Egitto

Michèle Juret

Presentato da Grazia Musso

GLI EGIZIANI CREDEVANO IN UNA SECONDA VITA Questa sopravvivenza sarebbe stata possibile grazie ad un elemento soprannaturale che chiamavano il ba. Questa entità ba appare in una forma sorprendente, un uccello dalla testa umana. È raffigurata sui muri delle tombe e sugli arredi funebri, rappresentata mentre esce dalla tomba, si unisce al defunto… Osservare queste scene, unite alla lettura dei testi funebri, ci immerge in un mondo quasi magico, ci spinge ad immaginare questa seconda vita.

Perché un uccello con una testa umana? Quali specie sono state scelte? Perché? Attraverso le pagine abbiamo fatto alcune ipotesi…

*****

L’autrice Michèle Juret si è diplomata alla Scuola del Louvre (ricerca in egittologia), Conservatrice del Museo Montgeron, Sociario dell’Accademia delle Scienze Lorena, Vicepresidente del Circolo Scientifico Etienne Drioton, Nancy.

Egyptoteca

LA SAGGEZZA DELL’ANTICO EGITTO

Joseph Kaster

Presentato da Ivo Prezioso

Presento un volumetto che acquistai tantissimi anni fa al prezzo di £ 9.900 e si può ancora trovare sui siti che commercializzano libri. Si tratta de “La Saggezza dell’Antico Egitto” a cura di Joseph Kaster edito dalla Newton & Compton. Sottotitolo: “Miti e credenze, profezie e incantesimi, magia e scienza, sogno e realtà del tempo dei faraoni”.

Può essere considerato come un primissimo approccio ai testi egizi. Senza essere eccessivamente impegnativo nella lettura, offre un panorama commentato di alcuni tra i più noti testi egizi scelti tra quelli che più facilmente possano incuriosire il lettore, come ad esempio quelli riguardanti i miti della creazione, alcune parti selezionate dal “Libro dei morti”, incantesimi di magia medica o sull’interpretazione dei sogni.

Non mancano estrapolazioni tratte da notissimi testi come “Le contese di Horo e Seth”, “Il racconto del Naufrago “, “Le avventure di Sinuhe” o alcune poesie liriche. Il tutto commentato in maniera piuttosto agile.

Insomma un primo passo verso la scoperta degli scritti egizi, che magari incoraggia all’acquisto di opere ben più corpose, come può essere ad esempio l’imperdibile “Letteratura e poesia dell’Antico Egitto” di Edda Bresciani.

Egyptoteca

JSESH

Serge Rosmorduc

Presentato da Nico Pollone

Premessa

Quando si parla di geroglifici si deve per forza maggiore guardare oltre alla carta.

Infatti quando si presenta un testo geroglifico completo, si devono presentare tre tipi di scrittura che richiedono tre tipi di approccio.

in questo caso solo il Pc ti permette di fare il tutto senza che il documento si presenti come “fatto e scritto a mano”

Vediamo le sequenze:

1° la traduzione nella lingua desiderata. Questa è risolvibile senza problemi lavorando su un foglio di lavoro, Word per esempio.

2° la traslitterazione. Chi conosce questa parola sa che si riferisce alla trasposizione fonetica scritta di una sequenza di geroglifici. Concetto che moltissimi non capiranno. Per semplificare un es., il segno della vita risulta scritto anx e lo si può vedere scritto correttamente solo usando il font corretto sempre attraverso Word.

3° I geroglifici. Qui il discorso cambia. Per scrivere i geroglifici bisogna installare un software apposito denominato “Editor di geroglifici”. Qui le possibilità sono illimitate e tutto sta alla bravura di chi lo usa. Per chi lo sa usare correttamente non ha più la necessità di usare Word essendo l’editor, di regola, un programma completo per la stesura di testi geroglifici.

A questo punto non resta che presentare uno di questi Editor liberamente scaricabile in rete.

Si tratta di Jsesh.

Presento due foto: la prima è più o meno è la schermata di lavoro con una tendina aperta dei segni. Può variare a seconda della versione (ora alla 7.5.5). La seconda es. di una parte di lavoro svolto.

Chi sa smanettare col pc non avrà problemi. Chi invece usa il telefono credo ci sia anche una versione per la piattaforma Android. Non so se è una versione Beta.

Egyptoteca

I TESORI NASCOSTI DELL’ANTICO EGITTO

Zahi Hawass

Presentato da Patrizia Burlini

Zahi Hawass, I Tesori Nascosti dell’Antico Egitto, fotografie di Kenneth Garrett, National Geografic, ed. White Star, 2005

Ecco un altro libro fotografico straordinario dal costo contenuto.

Zahi Hawass ci fa conoscere alcuni reperti poco conosciuti, a volte rimasti per anni nei magazzini del Museo del Cairo.

Le foto di Kenneth Garrett sono come sempre bellissime e di grande effetto.

Se volete un bel libro fotografico con spiegazioni chiare, belle foto su carta patinata senza svenarvi, ve lo consiglio

Egyptoteca

ENIGMA NEFERTITI

Brando Quilici, Zahi Hawass

Presentato da Patrizia Burlini

Un libro di piacevole lettura. Scritto a quattro mani dal regista Brando Quilici e da Zahi Hawass, questo libro racconta la ricerca da parte di Nicholas Reeves di una camera segreta nella tomba di Tutankhamon, che potrebbe nascondere la tomba di Nefertiti (ipotesi poi smentita da ulteriori indagini anche se non definitive) .

L’occasione serve a raccontare la storia della bellissima regina e a ricordare vari aneddoti molto interessanti collegati alla scoperta della tomba di Tutankhamon, a Howard Carter e Lord Carnarvon.

Brando Quilici , Zahi Hawass « Enigma Neferti. Il più grande mistero dell’antico Egitto », Mondadori, 2017

Egyptoteca

EGYPT AND THE CLASSICAL WORLD

Jeffrey Spier, Sara E. Cole

Presentato da Grazia Musso

“Egypt and the Classical World: Cross-cultural Encounters in Antiquity”


Presentando una ricerca dinamica, questa pubblicazione esplora due millenni di interazioni culturali tra Egitto, Grecia e Roma.
Dalle armi micenee trovate tra il carico di un naufragio dell’età del bronzo al largo delle coste turche agli interni domestici di ispirazione egiziana di una lussuosa villa costruita in Grecia durante l’impero romano, Egypt and the Classical World documenta due millenni di interconnessione culturale e artistica nel Mediterraneo antico. Questo volume raccoglie le ricerche pionieristiche del simposio degli studiosi del Getty Institute che hanno contribuito a dare forma alla grande mostra internazionale Beyond the Nile: Egypt and the Classical World (J. Paul Getty Museum, 2018).
Riccamente illustrato, il volume prende in considerazione una serie di prove artistiche e materiali, inclusi reperti archeologici, opere d’arte, papiri e iscrizioni, per far luce sulle interazioni culturali tra Egitto, Grecia e Roma dall’età del bronzo al periodo tardo e dalla dinastia tolemaica all’Impero Romano. Il ruolo dei militari come canale di conoscenze e idee nell’Egeo dell’età del bronzo e uno studio approfondito delle iscrizioni geroglifiche egiziane trovate sugli obelischi romani offrono solo due esempi di lacune accademiche affrontate da questa pubblicazione. Specialisti nei campi della storia dell’arte, dell’archeologia, dei classici, dell’egittologia e della filologia trarranno vantaggio dalle indagini del volume sui processi sincretici che hanno animato e informato quasi duemilacinquecento anni di dinamico scambio culturale.
L’edizione online gratuita di questa pubblicazione ad accesso aperto è disponibile all’indirizzo www.getty.edu/publications/egypt-classical-world/ e include fotografie zoomabili ad alta risoluzione. Sono inoltre disponibili download gratuiti del libro in PDF, EPUB e Kindle/MOBI.
J. Paul Getty Museum, 2022, 202 pagine